Fisiatria e Fisiochinesiterapia

La visita fisiatrica

Il fisiatra è un medico specializzato in medicina fisica e riabilitazione ed ha particolare esperienza nel trattamento di disabilità causate dalle diverse affezioni patologiche e/o dal dolore e con competenze specifiche in ambito neuromuscolare, articolare, cognitivo-relazionale e biomeccanico, ergonomico.

Presso il nostro Centro il medico fisiatra è coinvolto in prima linea lavorando in equipe con specialisti in ambito ortopedico, neurologico e reumatologico nella diagnosi e terapia delle patologie sia in ambito osteo-mioarticolare, sia legate a disfunzioni del sistema nervoso.

Visita specialistica fisiatrica Oltre alla valutazione e prescrizione di un progetto riabilitativo il fisiatra, presso la nostra sede, esegue trattamenti di ossigeno ozono terapia, terapia infiltrativa, anche a guida ecografica, terapia di onde d’urto ed esami di densitometria ossea computerizzata.

 

Oltre la visita fisiatrica
Presso il nostro centro medico il Fisiatra effettua anche diversi trattamenti quali:

Ozono terapia:  utilizza le proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie del’Ozono, un gas che in natura si forma nell’atmosfera grazie a scariche elettriche che modificano la struttura molecolare dell’ossigeno. Questo gas, dove somministrato, migliora la circolazione sanguigna, in particolare il micro circolo dei capillari, scioglie i grassi corporei e agisce su muscoli tesi e contratti. Circa la sua somministrazione esistono diversi modi, tutti certificati da protocolli medico scientifici autorizzati dalla Sioot e approvati dal ministero della salute. Tra le indicazioni cliniche troviamo: Acne, arteriopatie periferiche, artrosi, cefalee vascolari e tensive, dolore cervicale e lombare, nella cura dell’ernia del disco, insufficienza venosa ed ancora molte altre patologie.

Onde d’urto: Onde di pressione prodotte da appositi generatori, efficaci nelle patologie di carattere osteoarticolare, ginocchio del saltatore, spalla dolorosa gomito del tennista, sperone calcinare, dolore alle inserzioni, tendinopatia cronica calcificazioni e dolore all’anca. Viene usata principalmente per un sollievo dal dolore e il ripristino della mobilità.

Infiltrazioni articolari e peri-articolari anche in ecoguidata: Le infiltrazioni articolari consistono nell’iniziazione all’interno dell’articolazione di diversi possibili farmaci (ad esempio cortisonici ed acido ialuronico) o più recentemente anche soluzioni cosiddette biologiche , ovvero le infiltrazioni dei fattori di crescita piastrini (PRP). Le infiltrazioni periarticolari introducono, invece, una sostanza medicamentosa direttamente nel sito di interesse, che di volta in volta possono essere le borse sierose, i tendini, i legamenti ed i muscoli, spesso sede di processi infiammatori su base rammarica, reumatica, e degenerativa. Ogni infiltrazione deve essere eseguita da mani esperte per evitare di incorrere in seri problemi, quali l’iniezione del farmaco al di fuori dalla sede desiderata e deve essere eseguita sempre in condizioni di massima sterilità.

PRP: terapia infiltrativa di fattori di crescita piastrinici (PRP) nel corso della quale si esegue un normale prelievo di pochi cc di sangue venoso, la cui provetta viene quindi introdotta in un’apposita centrifuga che consente di ottenere un concentrato delle piastrine contenute nel sangue. Le piastrine contengono e possono, quindi rilasciare numerosi fattori di crescita in grado di stimolare la riproduzione di numerosi tipi di cellule e di aderire sui tessuti infiammati o danneggiati stimolandone il processo di riparazione. Tutto ciò a costi contenuti con un’assoluta sicurezza(visto che si tratta di sangue proprio del paziente), facilità di preparazione e assenza di effetti collaterali.

MOC: mineralometria ossea computerizzata è una tecnica diagnostica basata sull’esame diretto del tessuto osseo indispensabile per la prevenzione e cura dell’Osteoporosi, è particolarmente indicata nelle donne in menopausa.

 
Trattamenti fisiochinesiterapici

Trattamenti svolti da operatori sanitari in possesso di una specifica laurea abilitante; prestano la loro attività in collaborazione con i medici specialisti intervenendo nei processi di cura e prevenzione in ambito osteo-mioarticolare e neurologico, principalmente. Presso la nostra sede vengono svolti sia trattamenti di rieducazione neuromotoria per il ripristino di funzioni perse a seguito di eventi traumatici o a scopo antalgico anche attraverso terapie fisiche strumentali: ad esempio tecar terapia magnetoterapia, ultrasuonoterapia, ecc.

Rieducazione neuromotoria: svolge un ruolo importantissimo per il ripristino di “funzioni perse” come quelle muscolari, articolari e di coordinazione, che ha come scopo ultimo quello di far ritrovare al paziente funzionalità e autonomia tramite una terapia di movimento svolta dal fisioterapista sul soggetto con movimenti passivi e una serie di esercizi attivi svolti dal paziente stesso.

Rieducazione posturale: è una metodica specifica che consta di una serie di esercizi atti a riequilibrare le tensioni muscolo-legamentose del corpo, è opportuna in tutti i casi in cui il nostro corpo presenta problemi legati alla colonna vertebrale e alla postura dovuti a diversi fattori. Tra i benefici della ginnastica posturale vi sono il miglioramento di: elasticità e conicità dei muscoli grazie a particolari tecniche di allungamento, forza e resistenza con attività di rinforzo muscolare, respirazione tramite esercizi specifici, abilità motoria.

Sempre nell’ambito dei trattamenti fisiochinesiterapici ritroviamo terapie fisiche tra cui: tecar, magneti, ultrasuoni e T.E.N.S.

Tecar terapia: rappresenta una svolta nella patologia traumatica non chirurgica, nella patologia osteoarticolare e dei tessuti molli; è fonte di una energia biocomponibile infatti la sua efficacia si basa sulla possibilità di trasferire energia biocomponibile ai tessuti lesi inducendo all’interno le cosiddette correnti di spostamento, garantisce tempi ridotti di trattamento e risultati immediati e stabili.

Magnetoterapia: forma di terapia fisica che utilizza le onde elettromagnetiche a bassa frequenza e intensità, tali da non provocare un aumento del calore corporeo. I suoi campi di applicazione riguardano le patologie dell’osso, soprattutto quando, a seguito di fratture, c’è un ritardo nella formazione del callo osseo, La sua capacità di intervenire sui tessuti biologici può essere sfruttata anche per l’osteoporosi, per lenire il dolore (da trauma, post-operatorio, o cronico, come quello legato all’artrosi) per il riassorbimento degli edemi e per accelerare i processi di cicatrizzazione delle ferite.

Ultrasuonoterapia: è invece una delle forme più comuni di trattamento della terapia fisica, classificata come terapia termica meccanica con la quale si ottiene un effetto termico o un micromassaggio nei segmenti del tessuto trattato. Tra i suoi effetti ritroviamo: iperemia, accelerazione della funzione metabolica, aumento dell’elasticità della struttura del tessuto connettivo, riduzione del dolore, accelerazione del processo di guarigione e stimolazione della consolidazione ossea in caso di fratture. 

T.E.N.S.: Stimolazione elettrica nervosa trascutazea è una tecnica medica complementare, utilizzata soprattutto per controllare alcune condizioni dolorose o croniche e consiste nell’applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici che attivano fibre nervose coinvolte nella trasmissione nocicettiva. La T.E.N.S. quindi è un metodo terapeutico on invasivo, efficace nel ridurre le manifestazioni dolore causate da svariate condizioni tra cui ad esempio artrite, mal di schiena, lesioni sportive e dolori muscolari.